Yass, Queen: 3 nuovi libri su donne che governano

Con la Giornata internazionale della donna recentemente alle nostre spalle e il benvenuto aumento dell'attivismo femminista in tutto il paese, è un grande momento per ricordare a noi stessi che le donne governano davvero. Alcuni lo fanno letteralmente, per titolo, e alcuni si limitano a dominare i nostri cuori dal modo in cui sfidano e affrontano il mondo. Il club del libro di questa settimana contiene libri su e dalla prima donna presidente di una nazione africana, la regina del Rinascimento OG (anche pre-Elisabetta) e la nostra regina preferita di X-Files .

madame-president-sirleaf

1. Signora Presidente: The Extraordinary Journey di Ellen Johnson Sirleaf di Helene Cooper ($ 27): Una delle parti migliori di Amy Poehler, la straordinaria e meravigliosa Parks and Recreation (seriamente, una volta che hai finito di leggere questi libri, guardalo) è stato che ha introdotto una parte più ampia della parola al potere della commedia che è Retta. L'arma segreta dello show, lei ha dominato ogni scena, e il suo live-Tweeting non conosce limiti. Non sorprende che Retta sappia governare lo schermo, perché sua zia, Ellen Johnson Sirleaf, ha fatto di tutto per diventare la prima donna presidente dell'Africa, insieme alla piccola questione di vincere un premio Nobel.

"In Liberia, una donna il posto è nel mercato, la chiesa, la cucina o il letto. Ma non per una bambina ". Sirleaf ha vinto le elezioni presidenziali in Liberia del 2005, per lo shock e l'euforia di molti che pensavano che la vittoria di una donna fosse tutt'altro che assicurata. La sua ascesa al potere fu affascinante e sfidò le convenzioni, anche se quando nacque, fu predetto che era "destinata alla grandezza". A 17 anni, rinnegata dall'instaurarsi delle finanze della sua famiglia, sposò un apparentemente "mondano". "Uomo di sette anni più di lei. Tuttavia, quattro bambini dopo, si sentiva intrappolata in una relazione e in un paese violenti e sessisti. Seguendo il marito in America per la business school, lei lo lasciò, trovò lavoro presso il Ministero delle Finanze della Liberia, e in seguito si trasferì in un posto di lavoro presso la Banca Mondiale. Ciò ha dato inizio a una sapiente serie di contatti con i leader occidentali con influenza sulle finanze africane.

Dopo aver ricoperto incarichi in diverse grandi banche, ha deciso che il suo miglior metodo di influenza era la politica. Sirleaf era profondamente turbata dalla brutalità che dilagava attraverso il suo paese d'origine, perpetrata dai suoi leader e sostenuta dall'influenza americana, e passò del tempo in prigione per essersi opposta al suo governo militare. La sua sorprendente vittoria della presidenza ha causato sia un cambiamento positivo sia una violenta reazione contro le donne. Helene Cooper, attuale corrispondente del Pentagono per il New York Times e vincitore del premio Pulitzer, racconta la storia di Sirleaf attraverso una combinazione di interviste e dati dell'autobiografia di Sirleaf. Questo conto equilibrato celebra i massimi di Sirleaf (il Nobel per la pace 2011, un accordo con Hillary Clinton, allora Segretario di Stato, per sostenere i suoi obiettivi per il progresso in Liberia) e bassi (l'epidemia di Ebola, accuse di corruzione e nepotismo). Soprattutto, cattura lo spirito indomito di Sirleaf.

isabella of castile

2. Isabella di Castiglia: la prima grande regina d'Europa di Giles Tremlett ($ 35): Molto prima c'era Ellen Johnson Sirleaf, prima c'era persino una presidenza e, prima ancora di Elisabetta I, c'era Isabella di Castiglia. Isabella, nata nel 1451, fu la prima monarca femminile in Europa, e nei 35 anni in cui spadroneggiava spietatamente Castiglia portò grandi conseguenze nei secoli a venire. Alcuni, come lo storico Manuel Fernández Álvarez, la chiamano anche la figura più importante nella storia della penisola iberica. A 18 anni, si stava già affermando, scegliendo il proprio marito, Ferdinando, dai figli della vicina classe dirigente di Aragon.

A 23 anni, ha rivendicato il suo diritto a governare, camminando dietro una spada ribelle, in una dimostrazione che ha scioccato gli spettatori . "Il padre e il fratellastro di Isabella, i due re che avevano governato la castigliana contorta per i precedenti settant'anni, non erano famosi per il loro uso del potere. Avevano permesso agli altri di governare per loro. Eppure qui c'era una donna, di tutte le cose, che dichiarava la sua determinazione a governarsi da sola. "Il rifiuto di Isabella di essere un" giocattolo "come i suoi antenati era sorprendente, ma i suoi sudditi si innamorarono di lei mentre presiedeva il suo regno senza pietà come nessun altro l'uomo potrebbe avere Isabella era in sintonia con gli ideali del primo Rinascimento e usò queste idee per disciplinare la nazione, scambiandosi lotte intestine per la diligenza e la stagnazione per l'ambizione. Non lasciava dubbi sul fatto che lei, non Ferdinando, fosse al comando. Il loro matrimonio avrebbe aiutato a unire i regni vicini e condurre all'unione di tutta la penisola.

La guerra era il gioco di scelta di Isabella, ed era stata pioniere in una specie di esercito che era pieno di fanteria e artiglieria piuttosto che di cavalieri. Ha realizzato molte cose attraverso l'intimidazione e la conquista e ha persino sancito il viaggio di Colombo nel Nuovo Mondo. L'eredità di Isabella è impressionante, ma anche complicata, e certamente non del tutto positiva, in particolare la sua ripugnante istigazione dell'Inquisizione spagnola. Il libro di Tremlett offre una storia altrettanto sfaccettata di una donna innovatrice e l'eredità di vasta portata e l'impatto delle sue decisioni e politiche.

we-a-manifesto-for-women-everywhere

3. We: Un manifesto per le donne ovunque di Gillian Anderson e Jennifer Nadel ( $ 27): Se vuoi governare, e non hai l'esercito della regina Isabella, hai bisogno di una guida per portarti lì. L'attrice e scrittrice Gillian Anderson collabora con la giornalista Jennifer Nadel per fornire un manuale di auto-aiuto per la donna che vuole migliorare le sue prospettive e la vita (e se abbiamo imparato qualcosa dalla storia, sfortunatamente, è se non aiutiamo noi stessi, chi lo farà?). Il libro è parte del principio guida, parte della conversazione e parte del libro di esercizi per il successo (anche se se vuoi fare gli esercizi forniti, avrai bisogno di un diario). Il libro avverte che il processo è complesso e non può essere superficiale, ma questo si riflette nei risultati; è una "Trasformazione radicale" strutturata attorno a un principio cardine della compassione.

"Ad un certo punto della nostra vita, molti di noi sentono il dolce richiamo della nostra anima", scrivono Anderson e Nadel. "A volte è così silenzioso che a malapena riesco a sentirlo: un leggero picchiettamento, non più forte di una foglia che cade da un albero ... Se hai sentito quella chiamata," continuano, "questo libro è per te." Noi si propone di integrare un sistema di valori interni e di colmare il divario tra i valori che vogliamo sposare ei valori che pensiamo di dover vivere solo per sopravvivere nel mondo.

Anderson e Nadel fanno, tuttavia, Riconoscere le difficoltà che le donne affrontano in quel mondo reale e diviso, ma dire che l'unico modo per avere veramente successo non è quello di competere, ma di stare insieme e di fare rumore mentre lo fanno. Porta a una rivoluzione "a guida femminile" che non aspetta il consenso dei potenti. Se la lettura del presidente Sirleaf e della regina Isabella ti ispira, forse vorresti unirti anche a questa nuova rivoluzione.

Pensi che alcuni libri governino? Taggalo nella tua prossima potente lettura @fijngenoegenandCo.

fijngenoegen + Co potrebbe a volte utilizzare link affiliati per promuovere prodotti venduti da altri, ma offre sempre autentiche raccomandazioni editoriali.

(Foto via Getty)